Are you ready? Expiration of Bitcoin options could generate turbulence

According to Skew’s data, 78,000 Bitcoin option contracts (BTC) are expiring today. Will there be turbulence in the crypto market once again?

Bitcoin is correcting, here we show you the key support levels

We can’t let our guard down

The crypto market has recovered its characteristic volatility and therefore we must be aware of it if we want to survive.

One of the key elements today will be the expiration of 78,000 Crypto Engine option contracts. For those who don’t know the exact financial instrument, an option gives the right to buy assets at a specific price on a specific date, but it’s not a liability.

Therefore, on the maturity date the buyer can execute the contract in case the price of the asset is higher than the agreed price. And what happens if, on the other hand, the price at maturity is lower than the agreed price? Well, the buyer can refuse and, in that case, he will only lose the premium he paid for the option.

With days like today approaching, when a significant number of Bitcoin futures or options contracts expire, the crypto market holds its breath for a possible price movement.

On several occasions, Bitcoin hasn’t reacted. However, let’s remember that we’re in a time of high volatility and you can never be too cautious.

We should also keep in mind that Ki-Young Ju, CEO of CryptoQuant, revealed on Twitter that the average transaction size for trading platforms has risen to an eight-month high.

BTC Whales are depositing to exchanges. I expect dumping in the short-run.

All Exchanges Inflow Mean(144-block MA) hit 2 BTC. I think we’re in a danger zone. The price is likely to go sideways or down when whales are active on exchanges.

Basically Ki-Young Ju attributed it to a movement that the whales are making in the direction of the crypto exchanges.

Are Bitcoin whales accumulating BTC again?

OKEx experiences a large crypto flow of Bitcoin output

According to Glassnode, since yesterday, the OKEx crypto exchange has experienced the highest Bitcoin output flow after the reopening of its withdrawals.

Specifically, the crypto exchange saw 29,300 Bitcoins go out, according to Glassnode. However, it’s not that bad since 21,600 BTCs were deposited yesterday as well. Therefore, only 7,700 Bitcoins were withdrawn from the crypto exchange.

OKEx announced that it enables withdrawals

Facebook Pound has date

Today the Financial Times revealed that Libra, the crypto project of Facebook, will be ready to be launched in January 2021.

We can’t believe it! Facebook’s Libra project was rejected by the international regulatory community from the moment it was announced.

However, the digital currency to be launched in January 2021 is a mutated version of the original.

According to FT, three people involved in the project claim that it is a limited release and therefore a very degraded version of the original crypto project.

Open interest in Bitcoin futures shows positive signals for BTC

Is Bitcoin a crypto casino?

According to Financial News, Mark Mobius, founder of Mobius Capital Partners LLP, compared Bitcoin to a casino operation in an interview.

Mobius‘ argument is based on the lack of models that offer accurate predictions of the next move of the leading crypto. Specifically, Mark Mobius said that trying to predict the price of Bitcoin „is a loser’s game.

Isn’t that surprising? No, Mobius has a history in the crypto market for being critical of Bitcoin. In fact, in the past he’s compared it to a religion.
In a few lines…

Brad Garlinghouse assured Anthony Pompliano that Ripple can progress even if he is declared a security.
Scott Melker remains optimistic about the leading crypto and said the drop in price is child’s play for Bitcoin.

L’indicatore Bitcoin raggiunge l’estremo storico

L’indicatore Bitcoin raggiunge l’estremo storico: il prezzo perde due terzi all’inversione

uomo d’affari in piedi su diagrammi e grafici di disegno di scale

Il prezzo del Bitcoin questa settimana ha raggiunto il massimo di 19.500 dollari, dopo un rally di sei settimane al 60%. Dal momento in cui la prima moneta criptata in assoluto Bitcoin Pro ha superato i 12.000 dollari, su un periodo di 3 giorni, ci sono state dodici chiusure consecutive di candele verdi senza alcun rosso.

L’impulso rialzista estremo ha fatto sì che uno specifico indicatore tecnico raggiungesse la lettura più alta della storia – raggiunta solo tre volte prima, tutte prima del 2014. Ogni volta, una correzione media di due terzi del prezzo Bitcoin ha avuto luogo dopo che lo slancio si è finalmente abbassato. Un selloff storico seguirà questo rally precedentemente inarrestabile?

Bitcoin Price corregge duramente a seguito di un mancato test fallito dell’All-Time High, ma c’è ancora molto da fare

Il prezzo per BTC è quasi raddoppiato dall’inizio di settembre, dando il via a un rally esplosivo guidato da FOMO che è appena terminato.

La criptovaluta è diventata parabolica dopo aver superato i 12.000 dollari e la notizia che PayPal sosterrà le valute criptate. Ma il fallimento di rompere il suo massimo di tutti i tempi ha fatto sì che Bitcoin cadesse di nuovo in picchiata per fare rifornimento.

La corsa verso l’alto ha fatto sì che l’indicatore tecnico Fisher Transform raggiungesse una delle quattro letture più alte nella storia della criptovaluta di poco più di un decennio.

È interessante notare che la deviazione estrema di 7,5 o più non ha avuto luogo da prima del 2014, quando pochi sapevano cosa fosse una criptovaluta o avevano sentito parlare di Bitcoin. Ma se si guarda indietro a questi esempi del passato, potrebbe indicare che si sta profilando una situazione molto pericolosa.

Fisher Transform: Un’ipercorrezione potrebbe essere dovuta per la prima criptovaluta in assoluto

Durante il primissimo mercato dei tori Bitcoin in assoluto, l’indicatore Fisher Transform ha raggiunto una lettura così estrema per tre volte. La prima volta che l’asset si è surriscaldato, il risultato è stato un ritiro del 48%.

La seconda ha causato un pieno ritracciamento dell’80%, e la terza ha iniziato il primo mercato di orsi Bitcoin tra il 2014 e il 2015 dopo un calo iniziale del 64%. Ora, il segnale è tornato, e prendendo la media delle tre correzioni e delle letture estreme, si stima che due terzi potrebbero scendere dal prezzo per BTC.

Le correzioni del mercato dei tori Bitcoin durante l’ultimo ciclo hanno raggiunto in media solo tra il 37% e il 38%. Durante il primo mercato dei tori, la media era più vicina al 64%.

Le due gamme di correzione del mercato dei tori potrebbero fornire potenziali obiettivi per i punti deboli. Il primo dei due obiettivi risiede proprio dove il breakout rialzista ha avuto luogo a 12.000 dollari.

Il secondo, con un ritorno del 64%, riporterebbe il prezzo del Bitcoin a 7.000 dollari per BTC. Per quanto estremo possa sembrare, la criptovaluta è nota per estendersi eccessivamente in entrambe le direzioni. Dopo i guadagni del 2020, una mossa brusca potrebbe funzionare.

Anche il punto intermedio dei due obiettivi è uno scenario probabile, che si attesta intorno ai 9.200 dollari e che colmerebbe una delle rimanenti lacune ECM lasciate sul grafico dei futures Bitcoin.

Qualunque sia l’obiettivo finale, l’acquisto del tuffo con successo potrebbe essere il gioco più redditizio nella storia della Bitcoin.

Visa-sjef ser fremover på Crypto-verdenen

Administrerende direktør i Visa er optimistisk om at flere digitale valutaer vil kjøre på Visa-nettverket i fremtiden.

Visa-sjef Alfred Kelly sa at han ser stort potensiale i kryptovalutaer

Digitale eiendeler vil være veldig nyttige i land med et høyt antall mennesker uten bank, la han til.

Det kan imidlertid ta flere år før Visa fullt ut tar den nye teknologien i bruk.

Alfred Kelly, administrerende direktør for betalingsgiganten Visa, sa at selskapet hans ser stort potensial i digitale valutaer i årene som kommer, spesielt i utviklingsmarkeder med et betydelig antall ikke-banker, ifølge CNBCs rapport publisert fredag.

„Crypto er en voksende del av betalinger i verden,“ sa Kelly og la til: „Til slutt kan vi se digitale valutaer som kjører på Visa-nettverket på en mer regelmessig basis,“ om enn „flere år ut.“

Selskapet kjøpte nylig Plaid, et selskap som hjelper 11 000 finansinstitusjoner i USA og 2700 fintech-utviklere med å utveksle data

”Vi er et nettverk og prøver i økende grad å bli et nettverk av nettverk,” bemerket Kelly og forklarte: “Plaid er bare på sitt enkleste nivå et annet nettverk som vi mener passer inn i et ønske om å ha flere nettverk som vi flytter informasjon og penger rundt om i verden. ”

Visa-sjefen la til at en av cryptos største fordeler ligger hos 1,7 milliarder ikke-bankerte mennesker over hele verden som ikke har tilgang til tradisjonelle kontoer.

„Det er 1,7 milliarder mennesker på jordens overflate vi tror ikke er banket i et vanlig banksystem i hvilket land de bor i, inkludert noen her i USA,“ bemerket Kelly og la til: „Vi er absolutt åpne for alle kjøretøyer. som bidrar til å lette bevegelsen av penger rundt om i verden. Vi vil være midt i det. ”

Bitcoin Entra na Fase de Capitulação do Minerador! Irá impulsionar a Altcoin Season?

O preço do bitcoin parece ter sido puxado de volta para perto de US$ 14.000 depois do 12º dia do Whitepaper em 31 de outubro. Na verdade, o preço da BTC havia ultrapassado os 14.000 dólares no seu aniversário por um momento. E atualmente, a tendência é de cerca de US$ 13.662 com um mero aumento de 0,09% na hora da imprensa. O que fez a BTC recuar de mais de US$ 14.000?

Surgiu uma nova análise que aponta para a súbita diminuição da taxa de haxixe que tinha atingido mais de 140THs mas, por enquanto, está reduzida a 107THs.

Acrescentando à substância, prevê-se que a Bitcoin tenha entrado novamente em uma „fase de capitulação“ em 2020. Nesta fase, os mineiros obtêm menos ou melhor, nenhum lucro com a mineração Bitcoin. De fato, a Bitcoin deve sofrer um ajuste de dificuldade de 15% que é considerado um dos mais altos da história.

A principal razão por trás da Bitcoin entrar nesta fase e abandonar sua taxa de haxixe é o fim das monções na China. A energia hidráulica suportou a atividade mineira chinesa e com o fim, espera-se que a maioria das plataformas de mineração se desligue. E, portanto, para compensar o custo da mineração, os mineiros são forçados a vender suas recompensas, ou seja, a Bitcoin que pode abalar o preço da BTC até certo ponto.

Como a China contribui com quase metade da taxa mundial de haxixe mineiro, o declínio da taxa de haxixe chinês teria impacto em todo o espaço Bitcoin.

Como o preço do Bitcoin e da Altcoin serão afetados?

A bitcoin entrou na fase de capitulação algumas vezes antes em 2020. E ambas as vezes o preço BTC tem mantido uma tendência muito estreita, na verdade uma tendência estagnada!

Quando o preço do Bitcoin permaneceu quase estagnado por um longo período, isso significa que os investidores tinham mudado seu foco para os outros altcoins florescentes. Portanto, levou a maior parte do aumento do preço do altcoin com grandes números.

Entretanto, o ETH 2.0 mais esperado está a caminho, e depois de entrar em funcionamento, a maioria das fichas ERC-20 e o próprio ETH devem subir muito. Como a Coinpedia informou anteriormente que há uma possível „Temporada Altcoin“ antes do fim de 2020, portanto, a fase inicial da temporada pode ter começado no momento.

Será este o início da temporada Altcoin ou apenas uma pequena fase de relaxamento para Bitcoin antes de um grande salto à frente de 14.000 dólares?

Analisi di mercato Bitcoin e Crypto 2.11.2020

I mercati globali sono crollati a metà settimana, mentre i continui timori di ulteriori blocchi dei coronavirus hanno scosso gli investitori.

In contrasto, il bitcoin ha fatto un’impennata drammatica verso i 14.000 dollari prima di scendere a 13.000 dollari. Verso la fine della scorsa settimana, abbiamo visto un’altra spinta verso l’alto, superando brevemente il livello dei 14.000 dollari.

Simon Peters, analista, eToro: Bitcoin sale mentre gli analisti sono a corto di superlativi

La scorsa settimana ha visto il bitcoin continuare a gonfiarsi per il livello di 13.000 dollari, toccando anche 14.000 dollari prima di immergersi di nuovo. Nonostante queste fluttuazioni di movimento e il rapido tuffo dopo la rapida ascesa, sono contento della situazione attuale. Sono passati 12 anni da quando Satoshi Nakamoto ha pubblicato il suo libro bianco sul primo asset crittografico al mondo, che ha innescato un cambiamento monumentale nel modo in cui pensiamo alla moneta. Ora è la forza dominante in un settore enorme, con una comunità alle spalle e un’ampia crescita nella parte anteriore.

Da qui vorrei che il livello di 13.000 dollari fungesse da nuova base, da cui possiamo poi spingere ancora una volta oltre il livello di resistenza altamente pubblicizzato di 14.000 dollari.

Per quanto riguarda il modo in cui facciamo questo approccio, penso che dovremmo sederci e lasciare che avvenga in modo naturale. Siamo in una posizione positiva in questo momento, e questo filtrerà fino al prezzo. Tuttavia, questo non significa che una scintilla non andrebbe male; uno sviluppo positivo di notizie come un pacchetto di stimolo fiscale confermato dal governo americano potrebbe spingere il prezzo verso la soglia dei 14.500-15.000 dollari. E anche se di solito ci vuole un po‘ di tempo prima che gli stimoli fiscali tornino a filtrare nell’economia reale, mi aspetterei una reazione più immediata quando i dettagli e le specifiche saranno finalmente confermati.

Sembra che dovremo aspettare fino a dopo domani, quando gli Stati Uniti andranno alle urne, prima di vedere un’ulteriore chiarezza. Almeno sappiamo che lo stimolo rimane una priorità assoluta sia per Trump che per Biden.

Ma che ne è dell’uso e della proliferazione dei beni criptati in generale? La crittografia trarrebbe beneficio dal fatto che i repubblicani o i democratici siano al comando? Non è così in bianco e nero. Ci sono politici da entrambe le parti che sono a favore della crittografia, e ci sono politici da entrambe le parti che sono contrari alla crittografia. Il tutto si riduce ai rappresentanti specifici che vengono eletti e a quali strade cercheranno di intraprendere. Quello che sappiamo è che le elezioni negli Stati Uniti saranno chiaramente un pericolo per la salute, anche a livello di base, anche a livello di evento che precede lo stimolo.

David Derhy, analista, eToro: Vale la pena di tenere d’occhio DeFi

Non c’è dubbio che l’estate abbia visto un eccezionale boom di interesse per la Finanza Decentrata (DeFi). Google Trends mostra che le persone alla ricerca di DeFi hanno raggiunto il loro picco nell’ultima settimana di agosto e nella prima settimana di settembre. Da allora le ricerche sono calate del 62%.

Ma questo significa che l’interesse per i protocolli DeFi è diminuito? Non in base alla quantità di capitale che viene continuamente pompata in tali protocolli. La cifra attuale, secondo DeFi Pulse, è di 11,02 miliardi di dollari. Ciò significa che l’interesse e l’uso delle piattaforme DeFi continuano a crescere, ma apparentemente senza il folle clamore dell’estate. Per me non è necessariamente una cosa negativa. È salutare vedere la fine del ronzio, ma l’interesse continua, in quanto evidenzia ed è indicativo del valore genuino che la comunità dei crittografi attribuisce a DeFi. O per lo meno, una parte della comunità dei crittografi, in quanto etichettare un gruppo così omogeneo sarebbe impreciso!

Le borse dovrebbero continuare a sostenere i progetti che hanno suscitato l’interesse degli investitori. In eToro abbiamo recentemente annunciato il nostro sostegno a Flare, con coloro che detengono XRP sulla nostra piattaforma di investimento o scambio di crittografia da includere nell’istantanea del network, determinando quanti gettoni Spark riceveranno.
David Derhy, analista, eToro: JPM potrebbe essere l’iniziatore della corsa alla banca di crittografia

La scorsa settimana il responsabile globale dei pagamenti all’ingrosso di J.P. Morgan, Takis Georgakopoulos, ha detto che l’azienda sta per utilizzare la propria criptovaluta per una transazione commerciale.

Anche se non è probabile che questa notizia dia scintille a molti nella comunità dei crittografi, la maggior parte dei quali non utilizzerà il bene crittografico della banca, la JPM Coin, fornisce comunque un’opportunità entusiasmante per il futuro.

Questo nuovo crypto-asset potrebbe fungere da porta d’accesso al settore. I clienti di J.P. Morgan potrebbero usare un tale gettone e poi cercare di portarlo in una borsa e scambiarlo con altre monete.

Potrebbe anche rivelarsi l’iniziatore per altre banche e istituzioni finanziarie su larga scala per avviare, continuare o accelerare le proprie operazioni di cripto e blockchain. E‘ positivo vedere che, dopo aver fatto un 180, J.P. Morgan e altri punti di forza iconici dell’attuale sistema economico stanno apprezzando tutta la serie di benefici che la catena di blocco e la crittografia possono portare alle imprese.

Ripple CTO provides reasons for lack of use

The community expected the XRP to be used soon, but the reality is different.

Ripple’s CTO, David Schwartz, recently discussed with people in the community on Twitter why banks are n’t already making extensive use of payment-focused XRP as a bridge

Speaking to a member of the Ripple community last week, Schwartz said Ripple had to overcome a number of obstacles preventing banks from using XRP to process cross-border transactions.

Schwartz wrote that „regulatory uncertainty, problems in the final meters, fear of reprisals from current partners“ would prevent widespread use.

Schwartz also said another reason banks are reluctant to use XRP on a large scale is that the product is still very new and will take more time to really gain momentum

It is a difficult phase for the currency and its supporters right now. The XRP is down 18.6 percent year over year and is over 90 percent below its all-time high.

In addition, PayPal has not included the XRP in its cryptocurrency offering . The company also has to answer to court in Australia because of its „PayID“ payment standard .

Ripple investors are not alone in their suffering, however. Earlier this month, Cointelegraph reported that Schwartz sold 40,000 ethers for $ 1 each in 2012 .